Deumidificatore Professionale

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Il deumidificatore professionale può essere definito come il re dei deumidificatori. Adatti praticamente ad ogni ambiente e situazione risolvono anche quelle che si credevano essere ormai situazioni irrecuperabili.

Ma che differenze ci sono tra un modello di questo tipo piuttosto che  uno portatile?

Visto che il deumidificatore professionale ha come scopo principale quello di sanificare grandi ambienti, situazioni con alto tasso di umidità o entrambe allo stesso tempo, ha bisogno di un motore più potente, cosa che si riflette sulle sue dimensioni.

Sono, infatti, oggetti massicci, che si spostano, quando possibile, su ruote, visto il loro peso, dal momento in cui non permettono altro tipo di movimentazione. Si tratta di prodotti che possimo definire semi-industriali, anche se non se ne escludono altri utilizzi a livello domestico.

Possono essere utilizzati, infatti, anche per rendere sana l’aria di garage, cantine, soffite ed altri ambienti simili, che altrimenti sarebbero inpraticabili a causa dell’umidità eccessiva.

Come capire se ci serve un deumidificatore professionale?

Questa è la prima domanda da porci dal momento in cui decidiamo di acquistare un deumidificatore professionale.

I modelli professionali sono più costosi rispetto ai loro fratelli minori ed è quindi opportuno valutare con attenzione se siano veramente un prodotto per noi indispensabile. Vanno analizzati quindi vari aspetti come le dimensioni degli ambienti dove dovrebbe agire e il tasso di umidità presente.

Per valutare con precisione in che percentuale l’umido si annidi all’interno degli ambienti, basta utilizzare degli igrometri, che sono strumenti appositi che servono esattamente per questo scopo.

I deumidificatori professionali hanno serbatoi grandi, che consentono loro una maggiore autonomia durante il lavoro. In genere, infatti, riescono ad assorbire quantità di acqua che vanno dai 20 fino ai 50 litri, delle vere e proprie spugne. Per maggiori informazioni ci sono molti negozi online dove leggere recensioni degli acquirenti e capire così se sono il prodotto più adatto alle nostre esigenze.

Il deumidificatore professione ha degli svantaggi?

In genere sono deumidificatori molto funzionali, ma anche loro presentano dei piccoli difetti.

Le dimensioni ne rendono difficile, se non impossibile, il movimento e sono quindi da considerarsi come degli oggetti semi-permanenti, che difficilmente riusciremo a spostare senza aiuto.

Non sono molto silenziosi. Usando motori più potenti rispetto a quelli portatili producono più rumore, ma se il loro utillizzo sarà relegato in ambienti lontani da, ad esempio, camere da letto, non saranno affatto fastidiosi.

È bene quindi calcolare anche dove andranno collocati prima di prenderne uno. Controllare comunque l’emissione di decibel prima dell’acquisto, per farsi un’idea più precisa della loro rumorosità.

Sono più costosi, rispetto ai modelli con portata minore, ma se ne avete davvero bisogno saranno soldi spesi bene.

Ultimo punto a loro sfavore sono i consumi. Questo tipo di deumidificatore è quello, tra i suoi simili, che consuma di più in assoluto, a causa della potenza del suo motore. Per fortuna ne esistono dei modelli a risparmio energetico, identificabili attraverso la certificazione Energy Star.

Come fare per comprare il deumidificatore professionale perfetto?

Dopo aver fatto mente locale sulle nostre esigenze ed aver capito che è il deumidificatore professionale il prodotto che fa al nostro caso, andiamo a vedere quelli che sono i punti da valutare prima dell’acquisto.

La capacità di portata, ed il consumo energetico sono i più importanti. Quindi misurate dimensioni e tasso di umidità degli ambienti dove volete collocarlo, tenendo ben presente che più tempo verranno usati, maggiore sarà il costo in bolletta.

Subito dopo viene la possibilità di movimentarlo, anche se minimamente, visto il peso. I modelli con le ruote sono quelli migliori.

Va valutato con attenzione il punto dove posizionarlo evitando così di doverlo spostare in seguito. La rumorosità va tenuta presente, in relazione anche al posto dove deve essere collocato il deumidificatore.

Consigli di amici o conoscenti, che ne hanno comprato uno e forum online possono essere utili per completare il quadro e prendere la decisione giusta.

Dove comprarlo?

Dopo aver studiato a fondo tutto ciò che riguarda i deumidificatori professionali, finalmente è arrivato il momento di acquistare il nostro elettrodomestico e risolvere così tutti i problemi legati all’umidità in eccesso.

Questi prodotti non sono difficili da reperire in commercio. Sono infatti molto diffusi, sia in negozi fisici che online. Controllate sempre che la casa produttrice del deumidificatore offra un servizio di assistenza efficiente a cui poter fare riferimento in caso di necessità.

Per questo è meglio scegliere sempre un prodotto di un marchio conosciuto, piuttosto che uno più economico, ma di poco chiara provenienza che potrebbe crearci problemi in caso di bisogno. Adesso non manca più niente e dovete soltanto procedere con l’acquisto!

Condividi

Nessun Commento

Aggiungi il tuo